News

News del 22-01-2009

Dichiarazione sostituva al rogito

Nel rogito riguardante la compravendita della casa le parti devono inserire una
“dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà” in cui segnalare:
– le modalità di pagamento (assegno, bonifico, ecc.) del corrispettivo;
– se per l’operazione si è ricorso ad attività di mediazione e, in caso affermativo, tutti i dati
identificativi del titolare, se persona fisica, o la denominazione, la ragione sociale ed i dati
identificativi del legale rappresentante, se soggetto diverso da persona fisica, ovvero del
mediatore non legale rappresentante che ha operato per la stessa società, la partita IVA, il
codice fiscale, il numero di iscrizione al ruolo degli agenti di affari in mediazione e della
camera di commercio;
– le spese sostenute per detta attività, con le analitiche modalità di pagamento della stessa.
L’omissione, la falsa o incompleta dichiarazione comporta (oltre all’applicazione della
sanzione penale) l’assoggettamento, ai fini dell’imposta di registro, ad accertamento di
valore dei beni trasferiti.
In sostanza, l’ufficio applicherà le imposte sul valore di mercato dell’immobile, anche se le
parti avevano richiesto la tassazione sulla base del valore catastale. Inoltre, è prevista una
sanzione amministrativa da 500 a 10.000 euro. In caso di assenza dell’iscrizione al ruolo di
agenti di affari in mediazione, il notaio, inoltre, è obbligato ad effettuare apposita
segnalazione all’Agenzia delle Entrate.
 

Cerca un immobile

Tutti Vendita Affitto

Per informazioni

Per ogni tipo di informazione riguardante l'acquisto o la vendita di case e immobili non esitare a contattarci.

Tel/Fax 0422 453011

Cell. 347 0194770